Torre Annunziata, rimossi i cancelli abusivi del clan al rione Penniniello: denunce e sequestri di droga

Servizio straordinario di controllo del territorio nel rione di edilizia popolare “Parco Penniniello” di Torre Annunziata. A coordinare l’attività i carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, supportati da quelli del Reggimento Campania, della Compagnia di Intervento Operativo e del Nucleo Cinofili di Sarno. I militari hanno denunciato un 34enne incensurato del posto per porto abusivo di armi: nella sua auto rinvenuti 6 coltelli.
Era sotto l’effetto di stupefacenti quando è stato fermato alla guida della sua auto un altro 34enne di Torre Annunziata già noto alle forze dell’ordine. Anch’egli è stato segnalato all’A.G., il suo veicolo sequestrato.
Ha 53 anni, invece, il soggetto sorpreso con 35 stecche di sigarette di contrabbando per un totale di 6,320 chili. Le sigarette erano nascoste nel cofano della sua auto.
Nell’ambito dello stesso servizio coordinato, i militari hanno denunciato un 51enne incensurato di origini ucraine, fermato alla guida della sua auto in stato di ebbrezza alcolica.
Grazie alla collaborazione di personale tecnico comunale, i carabinieri hanno rimosso cancelli e barriere metalliche realizzate abusivamente in alcune delle palazzine del rione.
Segnalate alla Prefettura 6 assuntori di stupefacenti e sequestrati contro ignoti complessivamente 160 grammi di marijuana. La droga, suddivisa in 9 involucri, era nascosta in un cavità ricavata in una parete dell’isolato 8 insieme ad un bilancino di precisione.
Cronache della Campania@2019

Fonte