Napoli: l’orgoglio non basta, passa l’Arsenal

Il primo affondo è della formazione ospite con Lacazette che viene servito da Kolasinac in piena area, il francese al momento del tiro viene fermato da un difensore. Al 7′ una punizione dall’altezza del corner costringe Meret all’intervento in tuffo per allontanare. L’11 di Emery fa la partita, ci prova ancora Lacazette fermato dal muro della difesa azzurra. Segnali di risveglio per gli azzurri al minuto 16 quando su corner per i ‘gunners’ Koulibaly ruba palla innescando il contropiede del Napoli, la palla arriva a Callejon che dal cuore dell’area piazza un tiro con Cech che di piede chiude lo specchio della porta. Adesso è il Napoli che prova ad impostare obbligando gli ospiti a difendersi. Al 24′ colpo sotto di Milik che segna, l’arbitro Hategan annulla per un fuorigioco millimetrico. Sull’altro fronte conclusione a rete di Ramsey, respinge Chiriches. Napoli in avanti, Zielinski pennella per Milik, il polacco in tuffo non trova la porta. Poco dopo destro centrale di Aubameyang, nessun problema per Meret. Infortunio muscolare per Ramsey costretto ad uscire, al suo posto Mkitaryan. Al 36′ punizione dai 25 metri per l’Arsenal, Lacazette di destro infila Meret che assiste impietrito alla conclusione a fil di palo del francese. Ancora Arsenal al 39′, Lacazette mette al centro un suggerimento su cui non arriva Aubameyang. La frazione di gioco si chiude con due tentativi azzurri, prima con Callejon di testa e poi con un tiro al volo di Zielinski fuori misura. A caccia della rimonta Ancelotti a inizio ripresa getta nella mischia Mertens per Maksimovic disegnando un Napoli a trazione anteriore. Si comincia con una giocata di Insigne che serve Fabian Ruiz al limite, il destro a giro è alto. Miracolo di Meret un minuto dopo su un rigore in movimento per Aubameyang con l’estremo difensore azzurro che in tuffo chiude lo specchio della porta all’attaccante ex Borussia Dortmund. Al 58′ angolo per l’Arsenal, la palla arriva sul secondo palo dove è appostato Aubameyang, Meret salva. Occasione per Insigne a tu per tu con Cech, il destro debole finisce tra le braccia del portiere. E’ l’ultima giocata del numero 24 sostituito da Younes. Ci prova Chiriches di testa, palla sopra la traversa. Girata di Milik, la palla viene deviata in angolo. Ci prova anche Callejon con un tracciante potente ma alto. Ultimo cambio per Ancelotti, esce Ghoulam per Mario Rui. Il neo entrato sfonda sulla sinistra, sul cross basso interviene in scivolata Milik che non impatta bene sul pallone sprecando da buona posizione. Rischia l’autogol Monreal su cross di Mario Rui, Cech blocca. Il Napoli a testa bassa cerca di evitare la sconfitta. Ci prova Koulibaly di testa. Nel finale conclusione su punizione di Mkitaryan sopra la traversa.
Cronache della Campania@2018