Giugliano, minacciava la ex: la polizia gli sequestra 4 fucili e un revolver

Ieri mattina gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Giugliano Villaricca, hanno ritirato, cautelativamente, quattro fucili calibro 12, una rivoltella calibro 38 e numerose munizioni, legalmente detenute in un appartamento di via Casacelle a Giugliano.
L’attività di polizia nasce da una denuncia /querela presentata da una donna 48enne, presso il Commissariato San Giovanni Barra, la quale aveva ricevuto minacce molto forti da, A.F. di 56 anni, residente a Giugliano con il quale aveva intrattenuto ed adesso interrotto, una relazione di circa 26 anni.
Nella denuncia la donna dava indicazione precise circa la detenzione, regolare, di armi pertanto i poliziotti trasmettevano la denuncia al Commissariato di Giugliano che, immediatamente, nell’ottica della prevenzione all’increscioso e crescente fenomeno della violenza sulle donne, troppo spesso sfociata in episodi irreversibili, hanno immediatamente operato per prevenire eventuali danni.
Gli agenti hanno intercettato l’uomo presso la residenza del padre, adiacente alla sua abitazione, nella quale non viveva da qualche tempo, avendo litigato con la moglie.
Nella sua disponibilità sono state trovate una pistola ed un fucile detenute regolarmente.
Nell’appartamento dei genitori, i poliziotti hanno ritirato anche 3 fucili e numerose cartucce detenute dal padre, regolarmente autorizzato alla detenzione ma, stante la convivenza con il figlio, ritirate cautelativamente. Le armi ritirate sono custodite presso il Commissariato di Giugliano a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Cronache della Campania@2018