Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Seguici sui Social


Quartieri

Aggredito con mazza da baseball consigliere della Municipalità che si batte contro la centrale Terna alla Loggetta

Pubblicato

il

Maurizio Molinaro, consigliere di Dema della Decima Municipalità di Napoli (Fuorigrotta-Bagnoli) è stato vittima ieri sera di una violenta aggressione a colpi di mazza da baseball nell'androne del palazzo alla Loggetta dove abita con la famiglia. A denunciarlo è, in una nota, il movimento politico Dema, fondato dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris. "Sconosciuta - si legge nella nota - l'identità dell'aggressore, che ha sferrato non uno ma diversi colpi tutti indirizzati alla testa del consigliere. Cinque i punti di sutura sulla fronte e numerose le ferite lacero-contuse che sono state diagnosticate dai sanitari dell'ospedale San Paolo, dove Molinaro è stato ricoverato subito dopo il pestaggio". Il consigliere della lista Dema ha ricostruito con i Carabinieri giunti in ospedale la dinamica dei fatti e ha sporto denuncia contro ignoti. "Siamo sconvolti e abbiamo paura - dichiara Maurizio Molinaro - la dinamica dell'aggressione è inquietante, perché sono stato aggredito con una violenza inaudita, a casa mia, mentre ero in compagnia di mia moglie". Molinaro ha raccontato di essere tornato a casa intorno alle 20 in quanto allertato da una delle sue tre figlie. Un uomo, forse l'aggressore, giunto nell'androne del palazzo dove vive il consigliere, ha iniziato ad inveire e lanciare improperi contro Molinaro. L'esponente di Dema, poco prima di precipitarsi a casa sua, stava discutendo nella sede della Decima Municipalità con alcuni esponenti del Comitato "No Centrale Elettrica", che si battono per scongiurare la realizzazione di una nuova centrale elettrica della Terna. "Io non ho visto il mio aggressore - spiega Molinaro - perché dopo il primo colpo ho perso gli occhiali e poi ho iniziato a sanguinare copiosamente. In questi giorni ho discusso a lungo con i rappresentanti del Comitato No Centrale Elettrica. Sono stato sempre al loro fianco, perché io vivo alla Loggetta ed è qui, in questo quartiere, che stanno crescendo i miei figli. Non abbiamo nessun interesse nella realizzazione di questa infrastruttura, in una zona già martoriata dal punto di vista ambientale. Vorrei però ribadire un concetto chiaro: io credo che questa battaglia va condotta nel solco delle istituzioni democratiche. Il supporto della cittadinanza locale è fondamentale, ma questa è una battaglia che va condotta senza improvvisazioni o speculazioni politiche". Secondo Molinaro "c'è chi soffia sul fuoco e sulla disperazione della gente, e imputa a noi consiglieri di municipalità un comportamento negligente. Così non è: ci siamo schierati sin dal primo momento contro la centrale elettrica e continueremo a farlo perché i primi a volere un futuro diverso per la Loggetta siamo noi".