Napoli.La visita degli ispettori inviati dall’Ufficio scolastico della Campania e’ durata oltre 4 ore. A loro il compito di capire come sia stato possibile che, nel Liceo ginnasio Jacopo Sannazaro di Napoli – al centro negli ultimi giorni di forti polemiche per attivita’ extramoenia anche con professori e alunni in attivita’ sportive al mare – a fronte di 48 aule ci fossero 53 classi; un esubero di circa un centinaio di studenti, se si considerano classi sui 25 alunni ognuna. Per affrontare la situazione, la preside Laura Colantonio ha convocato il Comitato dei genitori per il prossimo venerdi’. Intanto oggi alcuni ragazzi hanno fatto lezione in un seminterrato. Si procedera’, per questa settimana, a rotazione: a turno i ragazzi del Liceo classico Jacopo Sannazaro di Napoli non andranno a scuola, per loro non sono previste attivita’ intra moenia ne’ extra moenia. Domani ruoteranno i ragazzi delle classi 3A, 3B, 3E, 3I, 3G; per il giorno 20 ruoteranno 3M, 4A, 4B, 4C, 4D; il 21 sara’ il turno di 4E, 4F, 4G, 4H, 4I. Sono state proprio le attivita’ extra moenia ad aver provocato proteste e polemiche nei giorni scorsi perche’ hanno previsto anche attivita’ sportive su una spiaggia a Varcaturo, nel Napoletano, e fresbee nella Villa Floridiana. Per domani, i rappresentati di istituto, d’accordo con gli altri ragazzi della scuola, hanno indetto, per protesta, una “assenza di massa” e una assemblea davanti alla scuola. E oggi si e’ svolto un sit in sulle scale dell’istituto del Vomero. Il Sannazaro ha attivato, gia’ dallo scorso anno, molto corsi di studi alternativi al tradizionale Liceo classico. E, da quest’anno, rientra anche tra le scuole che hanno avviato il liceo breve. A fronte pero’ di tutta questa offerta didattica e formativa, la scuola – molto ambita – non ha le aule sufficienti a ospitare tutti. E cosi’, per esempio, anche oggi una quarta ha dovuto fare lezione in biblioteca, nel seminterrato, dove mancano le sedie perche’ ci sono grandi scrivanie con le panche. Spazi poco areati e poco luminosi. “Hanno detto loro di non muoversi durante la visita degli ispettori per evitare che si accorgessero di una classe li’ – racconta uno dei rappresentanti di istituto – alla fine li hanno visti lo stesso”. La protesta, stamani, ha visto protagonisti i ragazzi delle classi ai quali era stata comunicata, lo scorso sabato, la decisione della preside Laura Colantonio: rotazione invece delle attivita’ extra moenia. Cosi’ si sono ritrovati, quando e’ suonata la campanella, sulle scale davanti all’ingresso dove sono rimasti fino a che il sole non e’ arrivato e li ha spinti a cercare riparo all’ombra. Senza mai lasciare la scuola, per quanto loro possibile. Molti genitori, intanto, hanno fatto sapere di aver preso contatto con altre scuole per ritirate i figli dal Sannazaro e spostarli al Liceo ginnasio Umberto.