Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Seguici sui Social


Rubriche

Al Museo di Capodimonte aperture serali durante il week end

Pubblicato

il

Weekend al Museo e Real Bosco di Capodimonte, da venerdi' 27 e domenica 29 luglio 2018. Continuano le aperture serali del venerdi' a 2 euro, le mostre in corso - Carta Bianca, Incontri Sensibili, L'Opera si racconta - e l'imperdibile ultimo concerto del Luglio Musicale domenica 29 luglio ore 19.00 sul Belvedere. Proseguono le aperture serali dei venerdi' (dalle ore 19.30 alle ore 22.30, biglietto a 2 euro con ultimo ingresso alle 21.30) del Museo e Real Bosco di Capodimonte fino a venerdi' 5 ottobre 2018, con eventi e attivita' di animazione della Compagnia Arcoscenico a cura di MusiCapodimonte. Tutti i venerdi', dalle ore 21.00 alle 22.00 al Salone Camuccini (primo piano) Impromptu, concerti pianistici a programma aperto senza prenotazione a cura del M° Rosario Ruggiero.  Le aperture serali di venerdi' rappresentano un'occasione imperdibile per ammirare le mostre in corso: al secondo piano del museo Carta Bianca. Capodimonte Imaginaire (fino al 9 dicembre 2018), a cura di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani e Incontri Sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte, a cura di Sylvain Bellenger, appena inaugurata che porta per la prima volta al museo l'opera dell'artista napoletano nell'ambito del ciclo Incontri sensibili, dialogo tra artisti contemporanei e collezione storica di Capodimonte. La sensibilita' plastica di La Motta non e' prigioniera di una specifica scuola o di una sola epoca artistica: il Rinascimento, il Seicento, l'Ottocento napoletano e l'astrattismo, scoperti proprio nella Reggia borbonica, sono ben coniugati nei suoi dipinti. La Motta si interessa a tutte le possibilita' del linguaggio pittorico e rende la sua opera prova inconfutabile del ruolo che il Museo di Capodimonte ha avuto e continua ad avere sull'arte contemporanea.

Il polittico Genny 2007, dedicato al giovane Genny Cesarano ucciso dalla camorra il 6 settembre 2015, ad esempio, dialoga con opere di Capodimonte realizzate con varie tecniche (pittura, disegno, fotografia, ceramica), appartenenti ad epoche diverse e accomunate dalla sacralita' dell'infanzia: il Bambino Gesu', il busto di San Giovanni, l'impenetrabile ragazzo fotografato di spalle da Mimmo Jodice. Prorogata fino al 23 settembre 2018 anche la mostra L'Opera si racconta, un ciclo espositivo di mostre-focus con cui il Museo e Real Bosco di Capodimonte da' voce a dipinti, sculture e oggetti d'arte presentate al pubblico in confronto con altre opere o documenti coevi capaci di spiegarne il contesto in uno spazio dedicato: la sala 6. In mostra la Sacra conversazione di Konrad Witz. Infine, domenica 29 luglio ore 19.00 si terra' sul Belvedere l'ultimo concerto del Luglio musicale con Mira Floriditas in La danza della falena con gli artisti Emilia Colica voce, Gioacchino Morrone violino, Angela Morrone pianoforte, Emilio Vairo basso e percussioni, Francesco Azzari e Annamaria D'Arienzo danzatori, Francesco Azzari coreografo. Con la partecipazione di Sii turista della tua citta' e Voxalterna. Ingresso ed uscita da Porta Grande.